Impianti dentali

L’ implantologia ha come obiettivo il ripristino di elementi dentali  attraverso l’inserimento chirurgico di viti in titanio nell’osso, sulle quali poi verranno ancorati dei manufatti protesici.

Il vostro dentista valuterà se gli impianti sono adatti al vostro caso tramite una visita odontoiatrica, delle radiografie, dei modelli di studio ed eventualmente una TC Cone Beam.

I requisiti principali per chi pensa ad una soluzione implantologica sono:

-una sufficiente quantità di tessuto osseo;

-gengive sane e assenza di parodontite;

-non fumatori.

Nel nostro studio disponiamo solo di impianti di altissima qualità, prodotti e confezionati secondo la normativa europea di riferimento e sono pertanto accompagnati da un certificato di garanzia che può esser visionato e conservato dal paziente.

Vantaggi e Rischi

Quando manca un dente singolo, l’impianto permette di sostituirlo con una corona ed evita di mettere un ponte a sostegno di denti sani. Quando mancano più denti adiacenti e qualora un ponte tradizionale corra il rischio di fratturarsi perchè troppo lungo, gli impianti permettono di aggiungere ulteriori punti di sostegno al ponte.

Gli impianti sostanzialmente favoriscono un maggiore comfort nel parlare, nel masticare e nel sorridere.

Il disagio di un intervento implantologico è dovuto ai possibili disturbi post-intervento, quali gonfiore e dolore nella parte interessata. Inoltre la protesi su impianti richiede tempi di attesa più lunga e costi più alti. Esiste anche il rischio di insuccesso per mancata osteointegrazione o per scorretta igiene orale.

Non bisogna comunque sottovalutare gli importanti risultati estetici e funzionali che si possono ottenere.

Cosa sono gli Impianti Dentali  e come si inseriscono ?

Cosa sono gli Impianti Dentali e come si inseriscono ?

Gli impianti sono delle viti in titanio che vengono inserite nell’osso al posto dei denti mancanti. L' impianto, mediante l’ osteointegrazione, si lega intimamente al tessuto osseo residuo. Questo processo richiede tempi di attesa relativamente lunghi: 3 mesi per l’ arcata mandibolare e 6 mesi per l’ arcata mascellare.

L' intervento viene eseguito in anestesia locale, effettuando un’ incisione gengivale attraverso la quale viene eseguito un foro nell’osso e successivamente viene posizionato l’ impianto prescelto. Quest’ ultimo verrà poi utilizzato come sostegno di una corona, come ancoraggio di una protesi mobile, fissa o di un ponte.

Quando invece lo spessore e l’altezza dell’ osso non sono sufficienti per inserire un impianto, ricorriamo a tecniche di chirurgia avanzata (ricostruzioni ossee) per creare una superficie adatta all’inserimento dell’ impianto.

Cura degli Impianti con protesi mobili e fisse

Cura degli Impianti con protesi mobili e fisse

Per la protesi mobile, oltre alla normale pulizia dopo ogni pasto, bisogna spazzolare attentamente gli attacchi collegati agli impianti e pulirli con un tampone inumidito di collutorio.

Per quanto riguarda la pulizia della protesi fissa usate quotidianamente il filo e lo scovolino interdentale tra dente e dente, in modo da eliminare i residui di cibo che lo spazzolino non riesce a rimuovere e per raggiungere gli spazi vicini alla corona o al ponte che ricoprono l’impianto.

Visite di controllo e sedute di igiene orale professionale, associate ad una scrupolosa igiene orale domiciliare, sono fondamentali per la durata degli impianti.

Norme Post-Intervento

Il dolore è simile a quello che segue l’estrazione di un dente, superabile con analgesici o antinfiammatori che vi prescriverà il vostro dentista. L’ Aspirina è da evitare, in quanto potrebbe interferire con la coagulazione sanguigna.

Dopo l’ intervento per le prime ore consigliamo di applicare frequentemente impacchi di ghiaccio e di dormire con la testa sollevata durante le prime notti. Potrebbe essere consigliata l’assunzione di antibiotici per prevenire infezioni. Inoltre bisogna evitare attività fisica e sportiva pesante nella settimana seguente l’ intervento.

Per i primi giorni preferire alimenti liquidi e tiepidi, evitando di masticare dalla parte interessata.

Si è visto che la probabilità di successo degli impianti in pazienti fumatori è sensibilmente più bassa. Si consiglia quindi di smettere di fumare almeno due settimane prima di sottoporsi all’intervento.

Il successo e la durata degli impianti dipende poi da una scrupolosa igiene orale quotidiana, da visite di controllo e sedute di igiene professionale frequenti.

Richiesta informazioni

Richiedi maggiori informazioni sulle prestazioni effettuate dal nostro studio dentistico.

Richiedi Ora

Questo sito web utilizza Google Analytics per consentire al sito web di analizzare come gli utenti utilizzano il sito. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Se vuoi saperne di piu' o negare il consenso di questi cookie leggi qui